Il pesce scorpione Pterois volitans (chiamato anche pesce leone o cobra) in origine era diffuso solo nell’oceano Pacifico, in particolare in quello Indiano orientale e nel Pacifico centrale occidentale. Nel frattempo però la sua presenza diventa sempre maggiore anche nei Caraibi, dove ha fatto la sua comparsa come Neozoone. In passato si supponeva che gli isolati esemplari che ogni tanto venivano avvistati fossero stati liberati dagli acquariofili ma, secondo quanto è stato provato, Pterois volitans arriva più o meno regolarmente come passeggero della Corrente del Golfo verso la costa orientale degli USA a nord dei Caraibi dove, con le crescenti temperature dell’acqua, riesce a superare anche l’inverno e con la corrente si lascia trasportare verso sud. È altresì molto probabile anche un’introduzione di giovani pesci attraverso le acque di bilanciamento delle navi.

Pterois

L’originaria speranza che i predatori locali potessero evitare o perlomeno limitare questa immigrazione, attraverso la concorrenza nutritiva o una diretta pressione predatoria sui nuovi arrivati, non si è realizzata. Questo è quanto è stato scoperto dagli zoologi dello stato americano della North Carolina. Gli studiosi hanno esaminato circa settanta reef corallini caraibici registrando le specie di pesci presenti. Il numero degli esemplari di Pterois volitans non corrispondeva in alcun modo evidente con quello della densità della popolazione dei predatori locali. Nei reef con una maggiore densità di predatori non erano quindi presenti meno pesci scorpione rispetto ad altri ambienti corallini.sulla formazione del calcare.