Page 10 - Rivista Coralli n.16 free
P. 10

8 | Magazin                                                           CORALLI 16 Free ONLINE | 2019


         I reef corallini dopo la crisi termica























         I più antichi coralli di barriera del Giurassico provenienti dal Sudafrica.   Coralli stressati: striature di crescita irregolari indicano condizioni ambientali
         Foto: C. Radke; MfN                                 mutevoli. Foto: C. Radke; MfN
                                                             I pesci pulitori puniscono
         200 milioni di anni fa un enorme effetto serra, causato da vulcani
         giganti, ha provocato una delle maggiori estinzioni di massa nella  le femmine avide
         storia della vita. Furono colpiti in particolare i reef corallini che  Ogni acquariofilo marino conosce il labride pulitore Labroides
         scomparvero quasi completamente. Un team internazionale coa-  dimidiatus e le stazioni di pulizia che gestiscono, dove offrono i
         diuvato dal prof. Wolfgang KIESßLING, del Museo per la ricerca natu-  servizi di pulizia cutanea ai grandi pesci ricevendo a volte, come
         rale di Berlino, ha studiato l’unico reef sopravvissuto dopo la crisi  proprio vantaggio, il nutriente boccone costituito da un parassita
         termica evidenziando le drammatiche conseguenze del riscalda-  della pelle. Questa simbiosi di pulizia, fin dalla sua scoperta negli
         mento globale e dell’acidificazione degli oceani. Innumerevoli pub-  anni ’50, fa parte delle osservazioni comportamentali più affas-
         blicazioni provano i rischi dell’attuale effetto serra sui reef corallini:  cinanti che si possono fare in mare. Redouan BSHARY, dell’Uni-
         il riscaldamento globale e l’acidificazione degli oceani minacciano  versità del Queensland, e i suoi colleghi si sono occupati ampia-
         i reef in tutto il mondo. Uno scenario simile ma sostanzialmente più  mente di questi "addetti alle pulizie", scoprendo che i maschi
         drammatico si è svolto 200 milioni di anni fa al termine del Triassico.  “puniscono” letteralmente le loro femmine quando durante il
         Il continente gigante Pangea aveva iniziato a dividersi, e nelle frat-  loro operato diventano troppo avide. Normalmente questi pesci
         ture tra il Nord America e l’Africa fuoriuscivano verso la superficie  liberano i loro clienti solamente dagli ectoparassiti e dalle par-
         enormi quantità di lava, che pompò nell’atmosfera moltissima CO .  ticelle cutanee morte. In ogni caso, mostrano anche una predi-
                                                         2
         La conseguenza fu un enorme effetto serra, che determinò un ris-  lezione per il muco protettivo della pelle, che ricopre la superfi-
         caldamento globale, l’acidificazione degli oceani nonché una mas-  cie corporea dei pesci. I clienti comunque non gradiscono affatto
         siccia estinzione di specie nei mari. I reef corallini subirono una  quando qualcuno se ne avvale, interrompendo irritati il processo
         delle peggiori crisi della loro storia, molto più catastrofica di quella  di pulizia dopo un caso del genere. Redouan BSHARY e i suoi col-
         provocata 65 milioni di anni fa dall’impatto con il meteorite che  leghi hanno ora appurato che sono soprattutto le femmine a
         cancellò i dinosauri. I sistemi dei reef corallini del Triassico, grandi  tendere a tali forme di "avidità", e che i maschi in questo caso le
         e notevolmente diversificati, scomparvero bruscamente.    scacciano, una sorta di “confino” per il comportamento sbagliato.
                                                             In seguito, le femmine allontanate si mostrano più cooperative
         Un reef è sopravvissuto                             evitando il muco cutaneo nel successivo cliente da pulire. Nel
         Soltanto presso la Francia meridionale un reef è sopravvissuto. Per-  dettaglio questo significa che i pesci in attesa di essere puliti trag-
         ché? Per cercare di rispondere a questa domanda, un team inter-  gono vantaggio della pressione che i maschi esercitano sulle
         nazionale di scienziati ha studiato attentamente questo reef. La con-  femmine eccessivamente avide, in altre parole beneficiano di
         clusione: si era sviluppato in acque più profonde, ad una latitudine  una  sorta  di  “misura  Un Labroides dimidiatus, nella foto un gio-
         geografica già allora relativamente elevata e nelle vicinanze di una  educativa” da parte di vane esemplare, pulisce un pesce istrice
         regione dove erano già concentrati i reef del Triassico. Contraria-  un  terzo.  Attribuire  ai  (Diodon holocanthus) . Foto: D. Knop
         mente alle precedenti supposizioni, non furono delle isole oceani-  pesci,  ad  ogni  modo,
         che lontane a fornire un rifugio ai reef soggetti a stress, ma le regioni  qualcosa  di  simile
         più profonde prossime allo zoccolo continentale. I coralli soprav-  all’altruismo  sarebbe
         vissuti in Europa formarono le colonie di base per la successiva  troppo,  perché  sicura-
         diversificazione che però si verificò appieno soltanto15 milioni di  mente  non  avviene
         anni dopo. La crisi dei reef al termine del Triassico evidenzia quale  altro  che  l’assicura-
         risultato deleterio può avere un effetto serra estremo sugli ecosistemi  zione  della  propria
         e mostra dove le possibilità di sopravvivenza sono maggiori.   base nutrizionale.
                                                  Fonte: IDW          Daniel Knop
   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15